I piccoli agricoltori delle aree rurali nepalesi, la storia di Surendra 

sementi commerciali

04 Mar I piccoli agricoltori delle aree rurali nepalesi, la storia di Surendra 

A novembre 2019 ASIA ha aperto un progetto nei distretti di Kavre e Sindhupalchock (Nepal) grazie ai finanziamenti dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Il progetto ha l’obiettivo di favorire il sostentamento di 3500 agricoltori migliorando la produzione agricola su piccola scala e la commercializzazione di sementi e spezie di alto valore commerciale.

L’agricoltura è il cardine dell’economia del Nepal: comprende un terzo del PIL della nazione e offre lavoro a due terzi della popolazione.  Nei distretti di Kavre e Sindhupalchock, tuttavia, si riscontrano numerosi problemi legati alla produzione di semi di qualità, scarse conoscenze dei canali e modalità di commercializzazione e delle tecniche di produzione. 

Le attività del progetto si concentrano sul miglioramento della produzione di semi di varietà locali che andranno a soddisfare la domanda dei mercati locali per poter incrementare il così il reddito medio dei produttori. Altre ancora sono rivolte al miglioramento della produzione, commercializzazione e trasformazione primaria di spezie con potenziale per l’esportazione, come lo zenzero, la curcuma e il peperoncino.

E’ stato coinvolto il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia, che apporta un gran valore aggiunto per l’introduzione di nuove tecniche e tecnologie per la produzione e conservazione di semi di qualità e per la costruzione di una banca dei semi per la salvaguardia del patrimonio genetico delle varietà locali. I beneficiari sono supportati anche da esperti di marketing del Polo Universitario di Prato nella realizzazione del business plan e nello studio della catena del valore dei prodotti selezionati, al fine di creare un sistema di commercializzazione sostenibile.

Il partner locale CEAPRED (Center for Environmental and Agricultural Policy Research, Extension and Development) è responsabile della coordinazione e articolazione delle attività, del coinvolgimento delle autorità locali nelle attività del progetto, garantendo la ownership del processo di sviluppo.

 

Ecco la testimonianza di Surendra Badal, un agricoltore coinvolto in prima persona nel progetto, specialmente nella produzione di sementi locali

sementi commercialiSono Surendra Badal, ho 48 anni, vivo nel comune di Teemal, Kavrepalanchowk. Sono un piccolo agricoltore, mi guadagno da vivere con l’agricoltura integrata (coltivo i campi, mi dedico alla pastorizia e all’apicoltura). Nella mia famiglia siamo in cinque e tutti quanti lavoriamo la terra.

Tempo fa avevo notato delle aree stupende destinate alla produzione di semi di mostarda nei villaggi vicini e avevo sentito che gli agricoltori erano entusiasti, perché stavano ricevendo le sementi a un prezzo vantaggioso. Avrei tanto voluto occuparmi anche io della produzione di mostarda, ma non avevo nessuna conoscenza tecnica per avviare un’attività simile.

Quando ASIA e CEAPRED hanno poi presentato il progetto alla comunità di Teemal, non vedevo l’ora di prenderne parte. Mi sono iscritto alla Dharmakhamba Farmer Group, composto da trentuno persone che mi hanno eletto presidente, e così ho potuto ricevere la formazione necessaria a mettere in pratica la produzione di semi.

Inizialmente ho seminato la mostarda nella mia terra di 0,51 ettari (su 0,81 che erano in realtà disponibili e di mia proprietà). Gli altri terreni erano destinati alla produzione di piselli, fagioli e pomodoro zinger. Successivamente il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia ci ha proposto una formazione teorico-pratica sulle aree potenzialmente coltivabili e io, scelto come agricoltore potenziale per la produzione di sementi, sono stato coinvolto nella formazione.

Sono entusiasta, la formazione mi ha motivato nell’implementare la produzione di semi di pomodoro e cetriolo e sto pianificando di realizzare una serra in plastica per renderla ancora più produttiva. Spero che ASIA e CEAPRED mi supporteranno ancora con le tecniche, la tecnologia e la strumentazione necessaria!  

Mi piacerebbe molto condividere con altri agricoltori tutto quello che ho appreso ed essere direttamente coinvolto nelle attività del progetto, continuare il business nel futuro prossimo. Grazie! 

AICS_HEADER_530x130_EC